Cinema e Serie TV

Superman sarebbe stato il fulcro dello Snyderverse

Durante una videointervista con Comicbook Debate, Zack Snyder ha confermato ancora una volta come Superman fosse al centro dei piani originali per quello che è stato ultimamente ribattezzato Snyderverse si sarebbero sviluppati in un arco narrativo di 5 film e di cui, allo stato attuale, abbiamo visto solo i primi due capitoli (Man of Steel e Batman v Superman – Dawn of Justice) e vedremo orientativamente a marzo, qualora la data di uscita dovesse essere ufficializzata, il terzo con Justice League Snyder Cut.

Anche se WarnerMedia sembra avere definitivamente chiuso la porta alla sua visione dei personaggi DC, il regista è andato più ancora una volta a fondo spiegando, per sommi capi, quello che avremmo potuto vedere per Superman.

Foto generiche

Lo Snyderverse come evoluzione di Superman?

Zack Snyder ha detto esplicitamente che l’obbiettivo dei film è sempre stato quello di mostrare la parabola che avrebbe portato Superman verso una maturazione che l’avrebbe avvicinato idealmente all’eroe dei comics.

Il regista spiega che questa maturazione sarebbe stata tanto mentale quanto fisica come dimostra la morte in Batman v Superman e la sua resurrezione in Justice League Snyder Cut in cui giocherà un ruolo fondamentale la famosa tuta nera.

Snyder dice:

Avremmo visto il vero potenziale di Superman realizzato […] alla fine l’idea, quello che avevo in mente, era mostrare il vero ritorno di Superman, un Superman “classico” che ancora non vedremo in Justice Leauge Snyder Cut.

Superman

Justice League Snyder Cut, l’ultimo trailer

Lo scorso 17 novembre, Zack Snyder aveva diffuso uno nuovo trailer di Justice League Snyder Cut. 

Eccolo:

Justice Leagus vs Justice League Snyder Cut

Justice League avrebbe idealmente dovuto chiudere la prima fase del DCEU che iniziato già sotto le critiche, a parere di chi scrive immeritate e ingiustificate, a Man of Steel erano deflagrate poi con quel Batman v Superman: Dawn of Justice in cui era evidente come la pressione della corsa per uniformare le pellicole DC a quelle della concorrenza il cui progetto era diametralmente opposto a quello evidentemente concepito dal regista.

Foto generiche

Justice League è stato uno dei cinefumetti, per non dire uno dei film, più controversi degli ultimi 20 anni tant’è che la sua realizzazione potrebbe essere accostata ad uno dei grandi capolavori del cinema americano ovvero Via col Vento questo perché le due pellicole sono state accomunate da una lavorazione a dir poco travagliata che, fra attori scontenti e riprese aggiuntive costate milioni di dollari, culminò con l’allontanamento di Zack Snyder dalla regia, avvenuto in concomitanza con un gravissimo lutto famigliare, e l’arrivo di Joss Whedon che nel tentativo di bissare il successo di Avengers ultimò una pellicola acerba che riusciva a raggiungere a fatica il suo scopo ovvero chiudere l’era Snyder.

Con il tramonto del DCEU e la nascita dei Worlds of DC però la base di fan di Zack Snyder è rimasta sempre molto vocale facendo registrare nelle sue fila anche gli attori protagonisti del film ma anche insospettabili professionisti del mondo del cinema e dei fumetti che evidentemente avevano percepito la necessità di dare prima di tutto dal punto di vista artistico una possibilità al regista di mostrare il suo lavoro così come originariamente concepito.

Tuffatevi nei Worlds of DC con questo massiccio cofanetto blu-ray e 4K Ultra HD che raccoglie tutti i film finora usciti cliccando QUI.