Schede madre

Cool & quiet : non per l’FX

Pagina 4: Cool & quiet : non per l’FX


Cool &
quiet : non per l’FX

Cool & Quiet: Not For The FX


 

I nostri sistemi necessitano di un adeguato raffreddamento,
che il più delle volte è direttamente proporzionale al diminuire
del confort acustico. La ventola della CPU, quella del Northbridge, scheda video,
alimentatore, e quelle montate all’interno del sistema, produco un rumore il
più delle volte molto fastidioso.

Per risolvere questo problema, AMD ha munito l’Athlon 64 con
un gestore dell’energia basato sulla tecnologia PowerNow!. Questa caratteristica
è chiamata "cool & quiet" e praticamente si occupa di controllare
il voltaggio e la velocità della CPU, che abbinato a ventole termocontrollate,
farebbe diminuire di molto la rumorosità del sistema, almeno quando non
viene utilizzato a pieno carico.

AMD definisce la condizione in cui la CPU si trova ad un certo
voltaggio e velocità come "P state". Per far si che il sistema
possa utilizzare questa caratteristica, è necessario prima di tutto un
piccolo aggiornamento, che può essere scaricato
da AMD. Questo driver riconosce la condizione in cui si trova la CPU e provvede
poi a cambiare il "P state" utilizzando le caratteristiche ACPI e
PSB generate dal BIOS. Per questa ragione, sia la motherboard che il BIOS deve
supportare il "cool & quiet" o il PowerNow!. Se ci sono tutti
questi presupposti, la velocità del processore potrà essere ridotta
in automatico da 2 GHz e 1,5 V (89W) fino a 800 MHz, 1.3 V (35W)

L’utilizzo del "cool & quiet" è stato
implementato nell’Athlon 64, e non nell’Athlon 64 FX. La motivazione di questa
decisione riguarderebbe il tipo di memoria utilizzato nei sistemi FX; infatti
le memorie DDR registered non apprezzerebbero i continui cambi di velocità.