Apple

iPhone 6s Plus contro iPhone 6s, la stabilizzazione ottica conta

Il meccanismo di stabilizzazione ottica è stato introdotto per la prima volta da Apple su iPhone 6 Plus, ma era limitato ai soli scatti fotografici. I video perciò continuavano a soffrire del fastidioso tremolio tipico delle riprese in movimento, nonostante Apple avesse dotato lo smartphone di un sistema di stabilizzazione digitale, riservato anche a iPhone 6 e al nuovo iPhone 6s.

La novità di quest'anno risiede nel fatto che iPhone 6s Plus può vantare la stabilizzazione ottica anche durante le riprese video, una caratteristica ancor più apprezzabile se consideriamo che funziona anche nei filmati girati in 4K. Per comprendere la differenza tra la stabilizzazione ottica e quella digitale è stato montato un video che mette fianco a fianco le riprese di iPhone 6s e di iPhone 6s Plus: ecco il risultato.

Il video vale più di mille parole: il filmato girato con iPhone 6s Plus risulta molto più fluido in ogni circostanza, sia durante la camminata che durante le varie panoramiche. Da parte sua, iPhone 6s svolge un buon lavoro di stabilizzazione, seppur solo digitale, che però non è paragonabile ai risultati ottenuti da iPhone 6s Plus.

Nel frattempo i due nuovi iPhone macinano recensioni positive un po' ovunque, ma tutti concordano sull'inadeguatezza dello spazio d'archiviazione a bordo del modello da 16 GB. Tra le caratteristiche più apprezzate c'è senza dubbio il 3D Touch, che però è ancora una soluzione tutta da scoprire, e le prestazioni, decisamente migliorate rispetto alla scorsa generazione.