Giochi PC

Destiny 2 Una Nuova Luce, il miglior modo per iniziare a giocare

Il 9 settembre è stato per Bungie e i fan di Destiny un giorno molto importante, si è festeggiato infatti il quinto anniversario dello sparatutto fantascientifico con protagonisti i Guardiani. Cinque anni fa era impensabile riuscire a tracciare un’evoluzione di un titolo che faceva suoi punti di forza il mistero e la voglia di creare qualcosa in divenire. Oggi Bungie è un’azienda molto diversa: dopo aver guadagnato l’indipendenza da Activision si trova ad affrontare nuove sfide, prima fra tutte la totale gestione di un franchise che è destinato a crescere sempre e a non fermarsi mai come dimostra il lancio di Destiny 2: Una Nuova Luce e Destiny 2: Ombre dal Profondo. Lo sguardo sempre rivolto al futuro, tra quelle stelle e quei pianeti che hanno accolto il Viaggiatore, è caratterizzato da una visione a lungo termine che è pronta nuovamente a scuotere, dopo I Rinnegati, le fondamenta di un gioco che per non morire è obbligato a evolvere continuamente, a partire anche da nuovi modelli di business.

Sebbene Destiny 2 sia ritenuto da molti incapace di catturare la magia del primo, in termini di attività e contenuti però il gioco si trova oggi nella sua forma migliore. L’assenza di continuità iniziale proposta da Destiny 2, quasi a voler rimarcare un forte distacco dall’epopea delle crociate precedenti contro l’Oscurità, ne ha indebolito l’immaginario mentre l’assenza di comunicazione dei primi mesi fino al lancio del carente DLC La Maledizione di Osiride, ha fatto sì che spopolasse l’immagine di Destiny 2 come di una pesante carcassa determinata a scomparire. Un concetto difficile da eradicare nonostante l’ottimo lavoro successivo fatto grazie anche al supporto di High Moon Studios e Vicarious Visions.

Bungie ha saputo riprendere in mano le redini della sua creatura e ha instaurato una nuova forma di comunicazione più aperta che racconta idee, aspettative e impronta un confronto ma fa anche critica verso quello che è stato l’andamento delle ultime stagioni. Un approccio che segna il definitivo passaggio a una nuova era per il titolo che sembra voler far rivivere i fasti di una nuova età dell’Oro per Destiny, partendo da alcune sostanziali novità che ne stravolgono l’impianto che fino a qualche giorno fa lo aveva per lungo tempo caratterizzato.

Destiny 2: Una Nuova Luce

Dal 1 ottobre, tutti i giocatori di Destiny 2 passeranno automaticamente alla versione gratuita di Destiny 2 chiamata Una nuova Luce e conserveranno tutti i propri acquisti e contenuti sbloccati. I nuovi giocatori di Destiny 2, invece, potranno rivivere le storie che altri Guardiani hanno vissuto prima di loro calandosi per la prima volta nel conflitto contro Ghaul durante la Guerra Rossa. Sperimentare cosa vuol dire perdere la propria Luce e la propria casa, l’ultimo baluardo di speranza per l’umanità. Potranno combattere al fianco di Osiride, scoprire cosa si nasconde sotto la calotta glaciale di Marte o prendere anche parte alle partite di Azzardo. Un comodo riassunto di tutto ciò a cui avrete accesso potete consultarlo nell’immagine sottostante.

Quando giochi del calibro di Destiny 2 vengono offerti gratuitamente, si tende erroneamente a interpretare l’iniziativa come un segno della definitiva decadenza verso l’oblio a causa della mancanza di giocatori. Destiny ha sempre vantato una community molto numerosa e affezionata, tuttavia non cieca di fronte a quelli che sono stati gli evidenti problemi del gioco. Una Nuova Luce si configura come più di una semplice versione free to play per rimpolpare la community: è una versione del gioco ripensata per fare da accompagnamento al mondo di Destiny e che al tempo stesso, fin dai suoi primi minuti di gioco, lancia un messaggio forte: Destiny 1 e Destiny 2 sono in continuità, sono parte della stessa sostanza che ha dato origine al gioco come lo possiamo provare oggi. Ombre dal Profondo, poi, è la naturale sintesi tra due visioni di Destiny che a volte si sono anche combattute, ma a cui Bungie ora sembra pronta a dare unità.

Avendo scritto spesso di Destiny su queste pagine negli ultimi anni, non sono mai mancati i messaggi di chi mostrava incertezza a fidarsi del titolo dopo esserne stato deluso. Ho sempre sostenuto che con I Rinnegati il gioco avesse finalmente iniziato a percorrere la strada giusta. Nel giro di qualche mese si sono moltiplicate le attività da fare e, anche se non tutto è andato alla perfezione e alcune aggiunte sono risultate sottotono, non era mai esistita una ricchezza di contenuti così nella storia di Destiny. Chi però era completamente a digiuno di Destiny o si era allontanato ben presto dal titolo Bungie, quando ha iniziato – o ripreso – si è trovato in difficoltà a fare chiarezza tra diversi sistemi di ricompense, icone di varia natura a indicare le attività e personaggi in cerca di qualcuno che li ascolti.

Per ovviare a questa mancanza, Destiny 2: Nuova Luce ha integrato una nuova quest iniziale che permette di prendere confidenza con il gioco, i suoi vendor e le attività. I primi minuti servono per fare la conoscenza dell’armaiolo Banshe-44, dell’Everversum, dei membri dell’Avanguardia e svelare passo dopo passo come funziona la personalizzazione del proprio Guardiano a partire dagli equipaggiamenti passando per le sottoclassi. La nuova interfaccia delle Imprese permette ora di avere una visione di insieme meno confusa di Imprese da una parte e Taglie dall’altra. Le taglie sono ad esempio delle richieste come completare eventi pubblici o settori perduti, mentre le Imprese possono servire per proseguire nella storia o per ottenere grandi ricompense. In generale è stato fatto un buon lavoro di revisione dell’UI di gioco, che facilita anche la comprensione delle ricompense a seconda dell’attività svolta.

Non si inizia più nel vivo della Guerra Rossa, anzi le storie del passato sono assimilabili a ricordi da rivivere un po’ come avveniva per le Meditazioni di Ikora che permettevano di rigiocare le missioni campagna scegliendo quando farlo. La “custode” della narrazione – Destiny 2 vanilla, Maledizione di Osiride e La Mente Bellica – è ora Amanda Holliday. Le stesse destinazioni, un tempo strettamente legate alla campagna, ora sono raggiungibili tramite un diverso espediente: accumulando punti esperienza sarà possibile ad esempio sbloccare Titano e l’Arcologia del Nuovo Pacifico. È un po’ come dire: in Destiny 2 puoi trovare queste attività, ma il modo in cui sceglierai di giocarle sta a te. Grazie poi all’avvio rapido direttamente al 750 di Potere, non si rimarrà più bloccati per lungo tempo rispetto ai compagni di gioco che hanno già completato tutte le attività. Uno dei più grandi ostacoli, che poneva barriere all’ingresso, non è più un problema.

Destiny 2 richiede un quantitativo di tempo ed energie molto alto e non essere certi che sia qualcosa che valga questo impegno ha sempre agito come freno per gli indecisi. Va da sé che se un gioco è divertente e capace di intrattenere è molto difficile che venga percepito quasi come un secondo lavoro, ma spesso è stato difficile, per chi non lo ha mai giocato, inquadrare il titolo oltre il suo famigerato grinding per ottenere il loot migliore. Una versione gratuita come Una Nuova Luce è un ottimo modo per far avvicinare più persone al titolo, farle provare direttamente cosa può voler dire essere un Guardiano e al tempo stesso portare nuove persone all’acquisto di contenuti ed elementi cosmetici è per Bungie fondamentale in questa fase di self-publishing. Se non avete mai giocato a Destiny, non c’è momento migliore per iniziare.

Una Nuova Luce include moltissimi contenuti, ma ovviamente non tutto ciò a cui potreste giocare. L’Anno 1 è completo, mentre dell’anno 2 sono disponibili soltanto alcune porzioni. Vanno esclusi da Una Nuova Luce soprattutto i contenuti storia de I Rinnegati e le attività endgame del Pass Annuale, in particolare le Incursioni Ultimo desiderio, Sciagura del Passato e Corona del Tormento, e il dungeon Trono Infranto. Oltre ad armi e armature dell’Anno 2, sono escluse anche le 9 varianti delle sottoclassi introdotte con I Rinnegati, che ricordiamo sono tre per ogni classe -arco, solare e vuoto. Una scelta che ci sembra corretta, considerato che con circa 25 euro è possibile acquistare sia I Rinnegati che il Pass Annuale che completano l’offerta precedente a Ombre dal Profondo. Torneremo sulla nuova espansione di Destiny 2 nei prossimi giorni in vista della recensione.

Se non sapete cosa contengono I Rinnegati e le successive espansioni, potete consultare alcuni articoli che abbiamo dedicato alle attività di Destiny 2 nel corso dell’ultimo anno:

Destiny 2: Una Nuova Luce ti ha convinto? Acquista Ombre dal Profondo per scoprire nuove avventure.