Giochi PC

I migliori videogiochi per bambini | Maggio 2020

Se siete un genitore o un parente di un bambino che gioca ai videogame e dovete fargli un regalo, è possibile che vi stiate domandando quali sono i migliori videogiochi per bambini? Se non si è appassionati, è una domanda difficile alla quale rispondere visto che un videogioco è composto da molte “parti”. Per questo motivo, vogliamo venirvi in aiuto con una semplice guida che non solo vi indicherà quali sono i migliori videogiochi per bambini, ma vi darà gli strumenti per capire quali sono i dettagli ai quali porre attenzione durante le scelte future.

Prima di tutto, specifichiamo subito che in questa guida non troverete giochi violenti: non ci sono vere armi bianche o da fuoco e non c’è sangue in quanto vogliamo proporvi. Per questo motivo abbiamo escluso grandi classici dei più giovani come Fortnite, il famoso battle royale, e persino Minecraft, che sebbene abbia una grafica poco realistica e non verta attorno alla violenza, contiene comunque armi di vario genere. Il nostro obbiettivo è di offrirvi i videogiochi per bambini più family-friendly in circolazione.

Cosa dovete sapere prima di comprare un videogioco

Prima ancora di scegliere uno tra i molti videogiochi per bambini disponibili, è necessario avere una serie di informazioni:

  • Piattaforma: non tutti i giochi vanno bene per ogni piattaforma (ovvero PC e console); è importante sapere in anticipo quale/i piattaforma/e sono a disposizione del bambino. Molto probabilmente possederà un console tra PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch, ma è possibile che abbia un computer: dovete quindi assicurarvi che rispetti i requisiti minimi del gioco che volete regalare.
  • Gusti: potrebbe sembrare quasi sciocco precisarlo, ma avere un’idea di quali siano i suoi generi preferiti è molto importante; se un bambino odia il calcio, non ha senso regalargli FIFA, ad esempio.
  • Esperienza: i giovani d’oggi sono molto a proprio agio con la tecnologia, ma non tutti giocano ai videogame frequentemente; per quanto le nostre proposte siano tutte adatte ai bambini, è importante sapere in anticipo se è abituato a giocare da solo o se di solito ha bisogno di aiuto per fare le cose più complicate. A questo proposito, dovete sapere se un altro membro della famiglia è disponibile a giocare insieme a lui.

Una volta che avrete ottenuto queste informazioni, sarete pronti a scegliere i giusti videogiochi per bambini da regalare. Ecco alcune linee guida per capire rapidamente che tipo di gioco si tratta:

  • Durata di una sessione: giocare ai videogame non fa male, fino a quanto non si esagera, sopratutto se si è molto giovani; nella nostra guida vi diremo indicativamente quanto tempo dura una “partita” e quanto a lungo il bambino potrebbe voler rimane davanti allo schermo.
  • Difficoltà: pur essendo tutti videogiochi per bambini (e quindi semplici da giocare), ci potrebbero essere alcune difficoltà sporadiche o problemi aggiuntivi da tenere in considerazione, vi spiegheremo quindi a cosa dovete porre attenzione.
  • PEGI: ovvero un metodo di classificazione usato per indicare, tra le varie, l’età minima consigliata secondo la struttura 3+, 7+, 12+, 16+, 18+.
  • Microtransazioni e acquisti aggiuntivi: molti videogiochi per bambini permettono di acquistare pacchetti extra, anche direttamente dal gioco; specificheremo se dovete “stare attenti” a questo dettaglio e quanto siano rilevanti nell’esperienza di gioco del bambino.

Migliori videogiochi per bambini: la lista

Ora che avete tutti gli strumenti necessari per poter scegliere in modo adeguato uno dei migliori videogiochi per bambini, vediamo quali sono i nostri consigli per voi.

Lego

  • Piattaforma: Tutte (PC, PS4, Xbox One, Nintendo Switch)
  • Durata sessione: in circa mezz’ora si può completare la maggior parte dei livelli
  • Difficoltà: si tratta di giochi pensati per i più giovani e mediamente sono molto semplici, difficilmente sarà necessario aiutare il bambino
  • PEGI: 7+
  • Microtransazioni: vari videogiochi Lego includono pacchetti aggiuntivi acquistabili a parte

Si tratta di giochi di avventura nei quali si deve esplorare, fare costruzioni con i mattoncini, risolvere piccoli enigmi e combattere contro dei nemici. Uno dei punti di forza dei videogiochi Lego, oltre al fatto che sono i videogiochi per bambini per antonomasia visto il basso tasso di difficoltà, è che ne esistono in grandi quantità e tipologia. I videogiochi Lego, al pari della controparte fisica, hanno stretto collaborazioni con Harry Potter, i super eroi Marvel e DC, Gli Incredibili, Jurassic World, Star Wars… e stiamo citando solo i più famosi. Si tratta quindi di un modo molto comodo per fare un regalo basato su ciò che più piace al bambino. Ovviamente, se è un fan dei mattoncini colorati, siete a cavallo.

Just Dance 2020

  • Piattaforma: PS4, Xbox One, Nintendo Switch
  • Durata sessione: ogni canzone/ballo dura pochi minuti, quindi ci si può interrompere in ogni momento
  • Difficoltà: tranne che nel caso di Nintendo Switch, per poter giocare è necessario usare uno smartphone da connettere alla console
  • PEGI: 3+
  • Microtransazioni: Il gioco offre ai giocatori la possibilità di acquistare un abbonamento per accedere a nuove canzoni/balli; è meglio che non vi siano metodi di pagamenti già inseriti nella console, per evitare che il bambino acquisti per errore qualcosa

Se dovete fare un regalo a un bambino o a una bambina che non sanno stare fermi e vogliono sempre alzare il volume della radio, allora Just Dance 2020 è la soluzione migliore. Disponibile per tutte le console, la migliore versione è quella per Nintendo Switch: con le altre console è infatti obbligatorio usare uno smartphone per seguire i movimenti; come ben sappiamo, i bambini possono essere distratti e non sarebbe troppo strano se lo smartphone cadesse di mano. Una volta nel gioco, i bambini dovranno solo ripetere la coreografia a schermo: il repertorio proporrà di certo canzoni da loro conosciute.

Nintendo Labo

  • Piattaforma: Nintendo Switch
  • Durata sessione: i minigiochi hanno brevi durate
  • Difficoltà: Nintendo Labo è più di un videogioco digitale e chiede di fare delle costruzioni con il cartone (incluso), è necessario aiutare il bambino
  • PEGI: 3+
  • Microtransazioni: Non ci sono microtransazioni, ma ci sono vari pacchetti acquistabili separatamente

Nintendo Labo è di certo la proposta più particolare tra quelle presenti in lista. Non è un videogioco, ma una raccolta di minigiochi legati a una serie di costruzioni di cartone, da usare in combinazione con la propria Nintendo Switch. È quindi un regalo perfetto se si vuole qualcosa da usare insieme al bambino, mescolando il lavoro manuale ai videogiochi digitali. L’ampia scelta di pacchetti permette di iniziare con la versione base e poi, se l’idea piace, espandersi con nuovi contenuti, ognuno con nuove forme da costruire con il cartone.

Mario Kart 8 Deluxe

  • Piattaforma: Nintendo Switch
  • Durata sessione: Una gara dura pochi minuti, i tornei richiedono una mezz’ora in media
  • Difficoltà: Semplice e intuitivo, ci sono vari livelli di difficoltà adatti a ogni tipo di giocare, dai grandi ai piccini
  • PEGI: 3+
  • Microtransazioni: Non ci sono microtransazioni o contenuti aggiuntivi di alcun tipo

Mario Kart è uno dei nomi più famosi di questa lista e siamo certi che pochi avranno bisogno di presentazioni; se siete tra essi, vi basta sapere che Mario Kart 8 Deluxe è la versione definitiva di Mario Kart 8 e uno dei giochi di maggior successo di sempre. Nei panni dei principali personaggi del mondo Nintendo, ci mettiamo alla guida del nostro kart o della nostra motocicletta in percorsi colorati. Si raccolgono potenziamenti per colpire i nemici, ma il tutto ha sempre un taglio cartoon e leggero.

FIFA 20

  • Piattaforma: Tutte (PC, PlayStation 4, Xbox One, Nintendo Switch)
  • Durata sessione: Una partita dura pochi minuti
  • Difficoltà: È possibile selezionare la difficoltà, così da venire incontro alle abilità del bambino e permettergli di vincere facilmente
  • PEGI: 3+
  • Microtransazioni: FIFA include una modalità completamente basata sulle microtransazioni, ovvero l’acquisto di bustine di figurine digitali con le quali comporre una squadra di calciatori; è meglio che non vi siano metodi di pagamenti già inseriti nella console, per evitare che il bambino acquisti per errore qualcosa

Se si è appassionati di calcio, FIFA 20 è sicuramente la soluzione migliore. Graficamente al top, permette di giocare nei panni dei propri campioni preferiti, oltre che divertirsi online con i primi amici (previo un abbonamento dedicato alla console, da acquistare a parte). L’unica cosa a cui porre attenzione è la massiccia presenza di microtransazioni legate alla modalità FUT (FIFA Ultimate Team): in questa si deve creare una squadra composta da figure, da acquistare in pacchetti separati, accessibili direttamente in-game.

Pokémon Let’s GO, Eevee! / Pokémon Let’s GO, Pikachu!

  • Piattaforma: Nintendo Switch
  • Durata sessione: Non c’è una durata prefissata, ma si può salvare e uscire quasi in ogni momento
  • Difficoltà: È il gioco di Pokémon più semplice e intuitivo di tutti
  • PEGI: 7+
  • Microtransazioni: Non ci sono microtransazioni o pacchetti aggiuntivi

Prima di tutto, dovete sapere che Pokémon Let’s GO, Eevee! e Pokémon Let’s GO, Pikachu! sono due versioni dello stesso gioco, cambia il Pokémon di partenza: sappiate che molti preferiscono Pikachu. Agli occhi dei più esperti potrebbe sembrare una scelta particolare, se non strana, questo nostro consiglio: Pokémon Let’s GO non è stato il più amato dal pubblico (a causa di alcune modifiche alle meccaniche base) e non è il più recente (Spada e Scudo lo sono). Parlando però di un regalo per un bambino, consigliamo questa versione poiché è più semplice e intuitiva. Si tratta, come per gli altri capitoli della serie, di un gioco di ruolo a turni, con tante creature da far combattere e allenare: a differenza degli altri capitoli, però, Let’s GO è molto più facile e le nostre creature diventano più forti più facilmente. Fatta esperienza con questo, si potrà passare a Pokémon Spada e Scudo.

Super Mario Party

  • Piattaforma: Nintendo Switch
  • Durata sessione: Varibile, alcune decine di minuti
  • Difficoltà: I minigiochi sono semplici e intuitivi, con tante spiegazioni per aiutare i più piccoli
  • PEGI: 3+
  • Microtransazioni: Non ci sono microtransazioni o pacchetti aggiuntivi

Super Mario Party è spensieratezza e semplicità. Un’enorme raccolta di mini-giochi adatti a ogni età per divertirsi da soli e in compagnia. Ci sono varie modalità, con la classica e sempre apprezzata “Giro dell’oca”. Controllando un personaggio dell’universo di Mario, si lanciano dadi e si giocano mini-sfide d’azione, all’insegna del divertimento. Se si vuole qualcosa di adatto a tutti, è un’ottima scelta. La qualità del marchio Nintendo è una certezza.

Rocket League

  • Piattaforma: Tutte (PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch)
  • Durata sessione: Circa un quarto d’ora
  • Difficoltà: Richiede un po’ di abilità manuale, ma anche i meno esperti si possono divertire facendo qualche partita
  • PEGI: 3+
  • Microtransazioni: È possibile sottoscrivere un abbonamento ed effettuare acquisti di contenuti aggiuntivi tramite un negozio interno

Rocket League è, tra tutti i videogiochi per bambini proposti, il gioco più “aggressivo”. Non preoccupatevi, non si tratta di un videogioco con sangue o armi. Si tratta di un mix tra il calcio e un gioco di guida: controllando una macchinina giocattolo, dobbiamo colpire un pallone gigante per fare goal nella porta avversaria. Ci si deve quindi scontrare con gli altri giocatori, arrivando anche al punto di far esplodere le macchinine (si vede solo una nuvola di fumo, niente di troppo violento). È inoltre un gioco leggermente più complesso e se non il bambino non è già abituato a giocare potrebbe far fatica (giocando contro il computer ci sono comunque vari livelli di difficoltà selezionabili).

Una scheda prepagata

Se proprio non avete idee e non volete fare errori nella scelta del videogioco per bambini da regalare, l’ultima spiaggia è acquistare una scheda prepagata per lo Store utilizzata dal bambino. Non si tratta certo di una scelta elegante, ma vi permetterebbe di non sbagliare e lasciare al bambino (e ai suoi genitori) la libertà di scegliere il gioco adatto. Dovete però sapere quale piattaforma utilizza il bambino:

Ora avete tutti gli strumenti necessari per poter scegliere i migliori videogiochi per bambini da regalare a vostro figlio/a ponendo massima attenzione a qualsiasi “pericolo”.