Ibride e Elettriche

Il 70% degli europei valuteranno un’elettrica come prossima auto, ecco lo studio

Nell’ultimo periodo l’Europa la premuto decisamente sul pedale dell’acceleratore per incentivare la transizione energetica dedicata al settore del trasporto su ruota; il passaggio non si applica solamente al trasporto privato, ma si estende anche a quello pubblico coinvolgendo anche i veicoli più pesanti. Un recente studio promosso da Nissan, limitato al settore privato, evidenzia come tra i principali motivi del passaggio ci siano un paio di aspetti chiave come la salvaguardia dell’ambiente e i minori costi di gestione.

In sostanza, non sarebbero solo i consistenti incentivi e le continue restrizioni a spingere verso una sempre più completa transizione, ma anche dei principi legati alla cultura della mobilità a zero emissioni.

Nissan ha condotto un’indagine sulle abitudini di guida e l’esperienza al volante, analizzando il pensiero di 7mila candidati europei equamente suddivisi tra possessori di auto elettriche e termiche; il 70% degli intervistati ha ammesso che è pronto a prendere in considerazione l’acquisto di un’auto elettrica come prossima auto.

Gli attuali possessori di auto elettriche hanno invece confermato che: l’89% pensa di aver fatto la scelta corretta, il 74% si sente più rilassato alla guida mentre il 77% apprezza la maggiore fluidità di movimento (erogazione). Infine, forse l’aspetto più importante, quasi la totalità (97%) evidenzia come il passaggio ad auto elettrica abbia risposto completamente alle aspettative soprattutto per quanto riguarda costi di gestione, prestazioni e autonomia.

L’ansia da ricarica? Solo un problema teorico che tocca coloro che non avrebbero ancora provato con mano le vetture elettriche e l’infrastruttura di ricarica. In più occasioni abbiamo sentito parlare di come l’autonomia giochi un ruolo ancora chiave nella transizione elettrica; nonostante questo aspetto, dallo studio di Nissan emerge come la problematica dei km percorribili con un “pieno” sia per lo più una difficoltà che rimane su carta. Il 70% degli attuali acquirenti di auto elettrica ha infatti ammesso che l’autonomia supera sempre le aspettative.

I dati riportati da Nissan sottolineano anche come l’83% di chi guida un’auto a zero emissioni sia soddisfatto dei costi di gestione, inferiori alle proposte endotermiche, e addirittura più contenuti di quanto preventivato. Considerato l’obbligo (entro il 2030-2035) di non vendere più auto endotermiche in buona parte dell’Europa, quando avverrà il cambio in Italia? Vi trovate in linea alle risposte raccolte da Nissan?