Ibride e Elettriche

Svelata l’interfaccia di Tesla Cybertruck grazie ad un errore

Tesla è sempre stata famosa per l’interfaccia intuitiva e talvolta decisamente divertente – come per la funzione delle flatulenze a comando – e tutto ciò è stato possibile grazie a Pawel Pietryka, un ex art director in Apple che si è unito al progetto di Musk nel 2016 ed è diventato Head Of User Interface Design, un ruolo di estremo rilievo in un’azienda come Tesla che progetta le auto attorno al loro schermo centrale, ora in orizzontale anche sulle nuove Model S e Model X grazie al restyling 2021.

Secondo il profilo LinkedIn di Pietryka, il suo addio a Tesla è avvenuto un mese fa quando ha deciso di fondare un suo studio di design chiamato Moderne Grafik Anstalt ed il suo posto nell’azienda di Palo Alto è stato preso da Ben Cunningham, un ex dipendente di Facebook che dall’anno scorso lavora sotto Elon Musk.

Come portfolio delle sue esperienze, Pietryka ha anche – giustamente – inserito alcuni progetti fatti per Tesla e proprio in uno di questi si vede con chiarezza l’interfaccia di Tesla Cybertruck, mai vista prima d’ora e viene così svelato l’aspetto futuristico del pannello di controllo del controverso mezzo; i caratteri infatti hanno un font particolare decisamente diverso da quello visto fino ad ora sulle vetture del marchio californiano e seppur la presentazione sia avvenuta nel 2019, le prime consegne non avverranno prima della fine del 2021 o l’inizio del 2022.

Non è detto che l’interfaccia mostrata sia quella definitiva, eppure vederla così nitidamente ci ha dato l’impressione che sia azzeccata per l’enorme pickup futuristico presentato da Musk; se questo non bastasse, sul portfolio di Pietryka viene anche mostrato un prototipo di interfaccia per Tesla FSDFull Self Driving – decisamente diverso da quanto viene visto al giorno d’oggi con la beta e molto più simile a quanto ci ha abituati Autopilot standard.

Insomma, Pietryka se ne sarà anche andato da Tesla ma è riuscito a far traplerare – involontariamente – ben più di quanto il marchio avesse voluto; ci auguriamo che non ci siano ripercussioni legali per questo e che Tesla non cambi idea riguardo i design che abbiamo potuto vedere in quanto ci sembrano perfetti.