Nintendo Switch

Nintendo Switch è inarrestabile, vendute oltre 60 milioni di unità

Come tutti quanti sicuramente saprete, ci troviamo nel pieno dello scontro generazionale che sta vedendo Sony e Microsoft intente a conquistare l’attenzione del pubblico in vista dell’uscita di PlayStation 5 e Xbox Series X, il tutto tradottosi in un susseguirsi d’eventi, presentazioni e annunci che hanno saputo galvanizzare il popolo videoludico, non senza qualche scivolone qua e là. Nel mentre, però, non bisogna dimenticarsi di Nintendo, attualmente intenta a battere un terreno completamente diverso con il suo tanto amato Nintendo Switch, tattica che l’ha portata a discostarsi dalle rivali per concentrarsi su una formula di vendita e marketing completamente diversa… e a quanto pare, la mossa si è rivelata vincente.

Attraverso un documento ufficiale di domande e risposte con gli azionisti, il presidente di Nintendo, Shintaro Furukawa, ha infatti svelato che Switch può attualmente contare su vendite pari a 60 milioni di unità in tutto il mondo, numeri da capogiro che fanno ben capire l’interesse dietro alla console. Risultati così incredibili – anche a fronte di un 2020 rivelatosi quantomeno moscio, tra remastered e collection varie – hanno ovviamente avuto delle conseguenze, con lo stesso Furukawa che è andato delineando i piano della compagnia per il futuro, in particolare affermando di voler allungare il ciclo di vita della console. Andando più nello specifico, è stato dichiarato:

Switch Lite

“Le vendite totali di Nintendo Switch hanno raggiunto e superato le 60 milioni di unità, di fatto fortificando le basi per i nostri futuri progetti. Considerando che Nintendo Switch ha appena raggiunto la metà del suo ciclo vitale, riteniamo che simili risultati possano incoraggiarci a muoverci verso una crescita e un supporto ancora più esteso, che possa andare ben oltre i cicli vitali dei nostri passati hardware. Inoltre, Nintendo Switch può contare su due diverse versioni di console, il che permette ai consumatori di scegliere a seconda delle proprie preferenze. Concentrandoci su una sola piattaforma per lo sviluppo, abbiamo potuto creare un ambiente dedito all’intrattenimento ancor più grande e incredibile, ed è per questo motivo che vogliamo estendere il ciclo di vita della piattaforma.”

Insomma, sembra proprio che i rosei risultati di Switch abbiano portato Nintendo a prendere una decisione chiara e diretta per quel che sarà il futuro della console. A questo punto, se davvero il ciclo vitale della macchina da gioco dovesse rivelarsi più lungo del previsto, viene da chiedersi se vi possa essere un fondo di verità in tutti quei rumor che parlavano del possibile arrivo di un fantomatico Switch Pro, il quale potrebbe venire in soccorso di tutti quei multipiattaforma che vedranno la luce su Next-Gen.

Parlando di videogiochi per Switch, vi ricordiamo che giusto recentemente è arrivata sul mercato la chiacchierata collection di titoli dedicati a Mario, ovvero la Super Mario 3D All Collection, attualmente disponibile su Amazon.