Auto

Tesla presenta il suo robot umanoide, e non scherza

Per il consueto AI Day che si è svolto ieri, nessuno si aspettava  quanto architettato da Elon Musk (in stile Apple) per la parte finale delle presentazioni. Accompagnato da una danza dubstep parecchio discutibile, ha fatto il suo esordio nientemeno che il Telsa Bot. Si tratta di un robot umanoide pensato per semplificare le attività più noiose e faticose della vita quotidiana, in un futuro non troppo lontano. Di fatto, e salvo imprevisti, la casa californiana intende presentare un prototipo funzionante entro il 2022.

Come ha spiegato Elon Musk in persona dal palco, gran parte della tecnologia applicata a questo robot deriva da quella montata sulle auto Tesla. In particolare, computer e telecamere che gestiscono il sistema di guida assistita (e in futuro autonoma) Autopilot. Viene da chiedersi se anche il nuovo robot avrà problemi con i veicoli di emergenza e certi percorsi…Ma a parte le battute quanto detto finora non rappresenta un pesce d’aprile fuori stagione: è tutto assolutamente vero.

Guardando le specifiche del prototipo iniziale, che vedete nelle immagini, si parla di un robot alto circa 1,75 m dal peso poco sopra i 60 Kg, in grado di sollevare circa 20 Kg ma soprattutto “amichevole” nel comportamento. La sua applicazione dovrebbe essere principalmente svolgere commissioni, seguendo piccoli percorsi e appuntamenti prestabiliti. Ma dai piani di Tesla al mondo reale c’è comunque un divario enorme e basta ricordare i problemi già incontrati dall’attuale Autopilot per rendersene conto. Come farà il nuovo robot a interagire con il resto della popolazione? In quali aree potrà circolare? E soprattutto, quanto costerà e che tipo di manutenzione potrà richiedere?

Domande per ora senza risposta, come il quesito circa la possibile sostituzione di molta forza lavoro con operai robotizzati. Già la transizione energetica non annuncia niente di buono su questo punto: se in futuro buona parte dei dipendenti sarà rimpiazzata dalle macchine, gli attuali problemi legati all’occupazione diventeranno ancora più gravi. In attesa dei prossimi sviluppi circa Tesla Bot e parenti stretti, trovate le presentazioni dal minuto 2:05 del filmato sottostante.