Cinema e Serie TV

The Mandalorian: il futuro di Cara Dune

The Mandalorian, la serie live action di Star Wars disponibile su Disney+, ha perso uno dei suoi personaggi più amati: Cara Dune. Una rottura che era nell’aria, da quando alcuni commenti sui social firmati da Gina Carano, interprete del personaggio, avevano scosso e irritato la fan base di Star Wars, al punto da dar vita a un hashtag (#FireGinaCarano) che è rimbalzato sulla Rete sino ad oggi, quando Disney ha preso ufficialmente una posizione: Gina Carrano non è più parte di progetti futuri di Lucasfilm.

Al netto delle opinioni su questa decisione, che andrebbero analizzate in altra sede, questa scelta del colosso dell’entertainment ha anche una ripercussione diretta sul futuro di The Mandalorian. Cara Dune, apparsa per la prima volta in Santuario, ha subito fatto valere il proprio carisma, tanto da ricomparire nella seconda stagione con un ruolo centrale, divenendo parte integrante della cerchia di compagni d’avventura di Din Djarin. Per lei, era stato costruito un nuovo futuro, si erano aperte delle prospettive interessanti anche per future produzioni legate a Star Wars, ma queste potenzialità sembrano ora arrestarsi. O meglio, non contemplano più Gina Carano.

mando 12 1

Cara Dune e le donne in The Mandalorian

The Mandalorian ha mostrato, specialmente in questa stagione, di volere delle figure femminili forti e appassionanti al fianco del Mandaloriano. Nella seconda stagione non solo abbiamo visto nuovamente in azione Cara Dune, ma è tornata in scena anche Fennec Shand, hanno fatto il loro esordio live action Ahsoka Tano e Bo-Katan Kryze, dando vita a una ricca presenza di personaggi femminili ben strutturati, culminati con la sequenza d’azione totalmente al femminile vista nell’ultimo episodio.

In questo contesto, Cara Dune aveva una rilevanza precisa. Sin dalla sua prima apparizione, i fan hanno subito apprezzato il suo ruolo, complice l’ottima interpretazione della Carano, e il suo ruolo era apparentemente destinato a espandersi. Nell’ultimo episodio dei The Mandalorian, Cara Dune riceveva il distintivo da tutrice della legge per conto della Nuova Repubblica, e l’annuncio durante l’Investors’ Day della serie Star Wars: Rangers of the New Republic sembrava la conferma che la Carano avrebbe interpretato la granitica sopravvissuta di Alderaan in questa nuova serie.

Foto generiche

Tuttavia, nella fine del rapporto tra Disney e la Carano non si parla di licenziamento, ma di un più generico ‘non ci son piani per lei in futuro’. I dissapori tra l’attrice e la community erano già solidi da tempo e pare che Disney cercasse solamente una scusa per troncare definitivamente una scomoda collaborazione, occasione sfruttata nelle ultime ore per via di alcuni tweet sopra le righe. La dichiarazione di Disney, però, lascia intendere che la major stesse già da tempo valutando nuove possibilità per le sue produzioni che non comprendessero nuovamente la figura di Cara Dune.

All’interno del Canon, Cara Dune non ha una rilevanza tale da rendere indispensabile la sua presenza. Oltre alle sue apparizioni in The Mandalorian, compare nei racconti Star Wars: The Mandalorian Junior Novel e come personaggio giocabile nel videogioco mobile Star Wars: Galaxy of Heroes. Per quanto sia ben delineata e apprezzabile, quindi, Cara Dune non è fondamentale all’interno del nuovo contesto seriale di Star Wars.

Una dimensione narrativa in cui sono presenti diverse figure femminili di prim’ordine, che già sappiamo saranno degnamente valorizzate nei prossimi anni. Bo-Katan probabilmente sarà centrale nel futuro di The Mandalorian, dove Din Djarin affronterà il suo retaggio mandaloriano, e Ahsoka Tano avrà una seri tutta sua, mentre Fennec Shand dovrebbe essere la fedele compagna d’avventura di Boba Fett in The Book of Boba Fett. Cara avrebbe dovuto (o meglio, potuto) essere il trait d’union tra The Mandalorian e Star Wars: Rangers of the New Republic.

Recasting o non recasting?

Avere una figura apprezzata dai fan all’interno di una nuova produzione è sempre un punto a favore. Ma avendo a che fare con Star Wars, una delle ambientazioni di fantascienza più amate di sempre, non è così essenziale, contando anche la profonda crossmedialità della saga, spesso utilizzata come lancio di diversi filoni narrativi. Un pregio che rende ulteriormente facile assorbire l’eventuale mancanza di Cara Dune.

Diciamo eventuale mancanza perché ad oggi sappiamo che non è più prevista la presenza di Gina Carano, e non quella di Cara Dune. Non è da escludersi, infatti, che si possa assistere a un recast del personaggio, con un nuovo volto per la giunonica soldatessa, che potrebbe quindi continuare a esser parte delle future produzioni di Star Wars. L’idea del recasting, però, è pericolosa, perché i fan hanno familiarità con un certo viso, il personaggio è caratterizzato dalle movenze di chi per primo lo ha interpretato e hanno ormai un’immagine precisa di come debba essere.

Gina Carano

Nel caso di Cara Dune, è davvero necessario rischiare un recasting? La fama del personaggio è nata dall’interpretazione di Gina Carano, sono state le sue espressioni rigide e il suo fisico muscoloso a definirla. Imporre ora una nuova visione di Cara dovrebbe esser un’esigenza prettamente narrativa, deve esser legata alla necessità inderogabile di averla in scena, come aggancio per altre storie, che siano interne a The Mandalorian o punto di partenza per nuove serie.

Nuovi orizzonti

Molto più facile, quindi, ragionare diversamente, ossia dare vita a una nuova figura. Il nuovo personaggio dovrà comunque patire la rivalità con Cara, sarà visto inizialmente come un ‘sostituto’, ma avrà anche la possibilità di esser interpretato in modo più libero da un’attrice, che non dovrà riproporre movenze altrui allo scopo di mantenere un’identità caratterizzata da altri.

Sono questi i punti da smarcare per Disney e LucasFilms, ora che la collaborazione con la Carano è stata ufficialmente conclusa. Dato quanto abbiamo visto con The Mandalorian, è lecito sperate che ancora una volta si trovi la giusta soluzione, affidandosi alla coppia d’oro Filoni-Favreau, che a oggi sono i veri artefici del futuro di Star Wars. Toccherà probabilmente a loro prendere decisioni sul futuro di Cara Dune e valutare una sua dipartita dalla vita del Mandaloriano o un recast del personaggio. E che la Forza sia con loro.

Rivivi la magia di DISNEY+ e di questo titolo sfogliando il catalogo della piattaforma comodamente con tutta la famiglia grazie all’abbonamento annuale (con 2 mesi in omaggio) o mensile .