CPU

Rendering, codifica e compressione


AMD Ryzen 7 2700X
Socket
AM4
Numero cores
8
Numero thread
16
Freq. Base CPU
4.0 GHz
Pagina 11: Rendering, codifica e compressione

Rendering

I software di rendering tendono a essere pesantemente ottimizzati per sfruttare i thread. Ryzen 7 2700X è chiaramente davanti a tutti in Cinebench, ed è una cosa prevedibile dati i radicali miglioramenti alla latenza della cache e al bandwidth che alimenta i core con questo carico localizzato. Anche in POV-RAY la CPU AMD è al top e vediamo di nuovo il 2700X stock battere la versione overcloccata.

Ryzen 7 2700X è davanti in molti carichi multi-thread, ma non è così impressionante nei carichi single-core che Intel tende a dominare. In ogni caso Ryzen 7 2700X è un grande passo avanti rispetto a Ryzen 7 1800X.

Il Core i7-7820X è al vertice del grafico LuxMark, che noterete che i risultati OpenCL sono assenti. Questo perché il vecchio SDK OpenCL non supportava AVX-512. Da allora Intel ha aggiornato l’SDK e abbiamo verificato che funziona correttamente con i processori Skylake-X. Dovremo ritestare tutti i processori per riflettere i cambiamenti in futuro.

Codifica e compressione

LAME è l’esempio per eccellenza di un carico single-thread e il 2700X mostra miglioramenti solidi e prestazioni incredibilmente competitive nella sua configurazione stock.

I nostri test di compressione e decompressione assorbono i dati direttamente dalla memoria di sistema, perciò l’archiviazione è rimossa dall’equazione prestazionale. Come al solito i Ryzen dominano il carico di decompressione mentre Skylake-X guida nella compressione. È evidente come l’8700K necessiti di un po’ di OC per tenere il passo di Ryzen 7 2700X.

C’è una differenza più ampia tra le CPU Intel e AMD durante il nostro test HandBrake x265 rispetto al benchmark x264 a causa della sua distribuzione più pesante di istruzioni AVX. Il 2700X è particolarmente impressionante nel test x264, dove è superato dal 7820X.

Forniamo anche i risultati di y-cruncher, un programma single e multi-thread che calcola il Pi usando istruzioni AVX. Abbiamo testato con la versione 0.7.3.9474, che include ottimizzazioni Ryzen. Il 2700X insegue i modelli Intel nel benchmark single-core, ma la parallelizzazione lo pone su un livello più competitivo. Possiamo chiaramente vedere i benefici della doppia unità FMA AVX 256 bit (per core) nei carichi AVX.