Libri e Fumetti

WandaVision: le storie da leggere di Wanda e Visione

Dopo aver sviscerato ogni particolare del trailer e dopo avervi riassunto le “puntate precedenti” della loro storia cinematografica, non potevamo non farvi conoscere anche le storie a fumetti più importanti di Scarlet Witch e Visione, i due protagonisti di WandaVision, la serie MCU a gennaio in esclusiva su Disney+. Due degli Avengers di lunga data, introdotti entrambi come villain, che hanno vissuto alcune delle storie più importanti del team e una delle storie d’amore più travagliate del fumetto americano. Scopriamo il lungo percorso che questi due eroi hanno fatto dalla carta stampata alla pellicola.

Scarlet: i primi passi

Scarlet Witch (in italiano semplicemente Scarlet) fa la sua prima apparizione in Uncanny X-Men #4 assieme al suo iper-protettivo fratello Quicksilver. Entrambi sono legati da un debito d’onore verso Magneto, che ha salvato la giovane da una folla inferocita che la voleva linciare, etichettandola come strega. Per questo motivo accettano, malvolentieri, l’offerta del signore del magnetismo di entrare nella sua Confraternita dei Mutanti Malvagi (all’epoca sia loro che Magneto pensavano che i due fossero mutanti) divenendo il primo gruppo di nemici della primissima squadra degli X-Men. Già alla fine della prima lotta con il gruppo di Xavier i due sono pentiti di essersi uniti al terrorista mutante e aiutano segretamente gli avversari. Di lì a poco avrebbero lasciato Magneto per unirsi al gruppo in cui avrebbero militato più a lungo, gli Avengers, diventando membri della seconda formazione del team assieme a Occhio di Falco e a Capitan America, unico membro rimasto della formazione precedente. Entrambe le storie sono scritte dalla coppia di autori più leggendaria della Marvel: Stan Lee e Jack Kirby.

Visione: i primi passi

WandaVision even an android can cry

Anche il sintezoide, come la sua futura compagna, si avvicina agli Avengers dopo esser stato un villain. Viene infatti creato da Ultron, la malvagia intelligenza artificiale ribellatasi al suo “papà” Hank Pym (nel Marvel Cinematic Universe Ultron è invece una creatura di Tony Stark e Bruce Banner) con lo scopo di uccidere il team di eroi. Durante lo scontro, però, rimane colpito dallo spirito collaborativo tra i membri del team e dalla loro nobiltà d’animo. Anche i Vendicatori rimangono toccati da come un essere artificiale riuscisse ad essere incredibilmente umano e sensibile. Dopo avergli dato la possibilità di spiegare le sue origini e di come Ultron lo avesse plagiato. gli Avengers decidono di ammetterlo nella squadra. Il sintezoide, alla notizia, si allontana per un attimo con gli occhi lucidi, dimostrando che, come il titolo della storia recita, “Anche un androide può piangere” Una delle storie più importanti della Marvel, scritta dal miglior allievo di Lee, Roy Thomas, e disegnato da un’altra leggenda: John Buscema.

Vita di coppia

visione

I due colleghi Vendicatori inizieranno dopo poco a provare qualcosa l’uno verso l’altra, trovando però di fronte a loro una serie enorme di difficoltà. Visione, in primis, è in lotta tra il suo voler ricambiare liberamente i sentimenti che la strega sente per lui e il suo essere “solo” una macchina. Wanda, d’altro canto, oltre all’opposizione del fratello Pietro, è insicura e gelosa delle attenzioni (senza secondi fini) rivolte dall’amato all’affascinante “Madonna Celestiale” Mantis. L’amore tra i due però vince su tutto e convolano a nozze in una doppia cerimonia che vede anche la già citata Mantis sposare un membro della razza aliena Cotati reincarnatosi nel corpo dell’amato scomparso prematuramente, lo Spadaccino.

I due eroi e la loro bizzarra storia d’amore fecero breccia nel cuore dei fan al punto di ottenere una miniserie dedicata esclusivamente a loro. In essa affrontano entrambi le proprie origini. Visione incontra di nuovo Wonder Man (su cui sono stati modellati i suoi schemi mentali, rendendolo una sorta di “fratello adottivo”) e il malvagio fratello di quest’ultimo, il Sinistro Mietitore. Scarlet Witch, invece, scopre che suo padre non è l’eroe della Golden Age noto come La Trottola, come credeva, ma bensì Magneto (anche questa rivelazione si scoprirà solo in tempi recenti non rispondere al vero).

La crisi

Visione White

Nella seconda miniserie dedicata alla coppia (purtroppo ancora inedita in Italia), con i suoi poteri altera-probabilità Scarlet riesce in quello che sarà il suo più grande miracolo. Rimarrà incinta del marito e darà alla luce due gemelli, Thomas e William. L’idillio tra i due è però di breve durata. Visione perde la testa a causa di un malfunzionamento del suo cristallo di controllo (una sorta di BIOS di sistema) e decide di dover proteggere la Terra ad ogni costo… anche a quello di controllare ogni computer e arsenale bellico del pianeta! Con l’inganno riesce a ottenere la presidenza degli Avengers e a manipolare il gruppo nel suo piano di controllo del mondo. Il suo folle piano viene infine fermato da Wanda (accortasi del cambio di personalità del marito) e dagli altri Vendicatori, che fanno ragionare il sintezoide e lo riportano sulla retta via. L’azzardo non passa inosservato e i governanti del pianeta, spaventati da un eventuale secondo tentativo di presa del potere, fanno rapire Visione (che viene smontato e “formattato”) e cancellano ogni copia di backup dal database degli eroi più potenti del mondo. Hank Pym e Pantera Nera uniscono quindi le forze per ridare vita all’alleato che però, oltre alla sua normale colorazione, perde ogni emozione nei confronti della moglie. Per recuperarle sono necessari gli schemi mentali di Wonder Man ma questi, innamoratosi di Wanda, rifiuta inizialmente di concederli per poi ricevere un rifiuto da Visione stesso, ormai diventato a tutti gli effetti una nuova persona. A far crollare il già precario equilibrio mentale di Scarlet è però la scoperta che i figli non sono reali, ma frammenti dell’anima del demone Mefisto, riassorbiti dal suo lacchè Pandemonio. Dopo esser andata in stato catatonico cede brevemente al lato oscuro, unendosi ai malvagi propositi di Magneto e di Immortus (un’altra identità di Kang, il signore del tempo).

Vendicatori: Divisi

*

Anni dopo le drammatiche vicende che portano la coppia a separarsi e a cambiare radicalmente, i due tornano più volte nei ranghi degli Avengers e, pur non riconciliandosi come coppia (Wanda nel frattempo si è legata sentimentalmente a Wonder Man), si trovano spesso a collaborare. Questo fino a un’incauta battuta di Wasp che ricorda a Scarlet dei figli scomparsi (il ricordo le era stato cancellato dalla strega Agatha Harkness). Wanda ricade nel baratro e, in maniera del tutto improvvisa, attacca il suo stesso gruppo. Nella battaglia la base dei Vendicatori viene distrutta e perdono la vita (temporaneamente) Il Fante di Cuori, Scott Lang (il secondo Ant-Man), Occhio di Falco e, soprattutto, l’ex marito Visione. La donna, ormai vittima dei suoi stessi poteri, viene fermata soltanto dall’azione congiunta di tutti gli Avengers e del Dottor Strange. Gli Avengers sono caduti, colpiti dall’interno. Il principale finanziatore del gruppo, Tony Stark, è caduto in rovina, ha perso il suo ruolo di Segretario della Difesa ed è ripiombato nell’alcolismo a causa della strega. Feriti dalle perdite, non avendo più una base né soldi per rifondare tutto, gli Avengers sono costretti a sciogliersi.

House of M

Scarlet Witch

Senza ormai alcun controllo delle sue abilità e sotto le cure congiunte di Magneto e del Professor X, Wanda è ormai ritenuta una minaccia globale. Un gruppo di eroi formato dai New Avengers (la formazione “all-star” creatasi in maniera spontanea qualche mese dopo l’attacco della strega), da Strange e dagli X-Men, vola alla sua ricerca nell’isola stato di Genosha (capitale mondiale dei mutanti governata da Magneto, da poco rasa al suolo dalle Sentinelle). Ad attenderli un fascio di luce che cambierà la realtà. Wanda crea un’utopia dove essere mutanti è la norma, gli umani sono la minoranza temuta e il padre è a capo degli Stati Uniti con la sua casata: House of M, appunto. Con l’aiuto della giovane Layla Miller e di un Wolverine immune al cambio di realtà, gli eroi riescono a fermare la ex-compagna e a ripristinare il mondo nella sua forma originale. O quasi. Scarlet crede che tutto il dolore della sua vita sia dovuto indirettamente al padre e alla sua lotta per la sopravvivenza del cosiddetto Homo Superior e per questo decide di privare il 90% dei mutanti dei propri poteri, segnando di fatto l’imminente estinzione dei mutanti.

La crociata dei bambini

*

Gli Young Avengers sono un gruppo di giovani eroi legati in maniera più o meno diretta al gruppo principale nelle cui fila militano, tra gli altri, il velocista Speed e il magico Wiccan, che sono le reincarnazioni dei due figli di Wanda e Visione, e una nuova versione di Visione stesso, ricreata in modalità “teenager” con gli schemi mentali del giovane Iron Lad e legata sentimentalmente a Cassie Lang, conosciuta come Stature. Il gruppo, dopo quanto successo in House of M, decide di andare alla ricerca di Scarlet Witch e scopre che tutti i recenti avvenimenti imputati al crollo psicologico di Wanda erano stati orchestrati in realtà dal diabolico Dottor Destino. Nella battaglia contro il despota di Latveria, oltre a riuscire a riportare Scarlet dalla parte dei buoni, il team di teenager riesce anche a resuscitare Ant-Man, perdendo però nella lotta la figlia di quest’ultimo.

Un po’ peggio di un uomo, un po’ meglio di una bestia

Wandavision Visione Tom King

Concludiamo con la ormai celebre miniserie di Tom King e Gabriel Hernandez Walta, The Vision. Poco prima dell’inizio della serie, Visione viene ricostruito per l’ennesima volta e, per evitare che le sue emozioni per Wanda possano offuscare il suo giudizio, decide di formattare tutta la propria sfera emotiva. Si trasferisce in Virginia e prova a crearsi una normalissima vita borghese, costruendosi una moglie sintezoide (Virginia) e due figli, Vin e Vivian. Nonostante la comprensibile curiosità dei vicini per questa strana famiglia robotica, la vita sembra trascorrere tranquillamente. Almeno fino a quando il Sinistro Mietitore, approfittando dell’assenza del capofamiglia, decide di irrompere in casa. Da questo evento e dalla morte del villain per mano di Virginia (nascosta al marito) si scatenerà un susseguirsi di bugie, silenzi e drammi familiari che potrebbe portare il placido Vendicatore sintetico a diventare la minaccia più grande che il mondo abbia conosciuto. Una storia importantissima per l’evoluzione di Visione (e, per certi versi, del suo rapporto con Wanda) nonché una delle gemme più preziose nel panorama del fumetto contemporaneo. Immancabile.