PlayStation 4

PS5: Sony spiega qual è la sua visione della next-gen, tra SSD e cloud

Nelle ultime ore, Sony ha tenuto un evento, a Tokyo, chiamato IR Day 2019, all’interno del quale vengono illustrati alcuni dettagli su PS5 e sugli obbiettivi che la società giapponese si è posta per il futuro. Vi ha partecipato, tra i vari, anche Takashi Mochizuki, noto giornalista del Wall Street Journal, che ha anche condiviso un filmato sui tempi di caricamento di Marvel’s Spider-Man.

Per iniziare, ha parlato il presidente e CEO di Sony Kenichiro Yoshida, il quale ha affermato: “Per assicurarci che PlayStation rimanga il miglior modo di giocare, Sony Interactive Entertainment continuerà a mantenere e migliorare la propria relazione con gli sviluppatori di terze parti.”

Sono state indicate, poi, le due parole chiave per PS5 e il futuro di PlayStation: “Immersive” e “Seamless”. L’obbiettivo è infatti quello di creare un’esperienza immersiva e senza soluzione di continuità, creata grazie all’incredibile potenziamento della componente grafica e all’utilizzo di un SSD. Anche lo streaming sarà un punto chiave, grazie all’evoluzione del Remote Play e di PlayStation Now. Anche l’accordo con Microsoft è parte di questo progetto.

Si è espresso sull’argomento anche il presidente e CEO di Sony Interactive Entertainment, Jim Ryan, il quale ha ricordato ciò di cui si è già parlato (CPU, GPU, SSD, retrocompatibilità, ray-tracing, supporto all’8K, presenza del lettore ottico e audio 3D) e ciò di cui ancora non si è parlato (data di uscita, prezzo, giochi, esperienza utente e regioni di rilascio di PS5). Ha poi spiegato che PlayStation 4 sarà al centro dei pensieri di Sony ancora per i prossimi tre anni (anche grazie alla gran quantità di titoli in uscita, come The Last of Us Part II, Death Stranding e Ghost of Tsushima) e sarà lei a spingere i primi acquirenti verso PS5.

Ryan ha inoltre sottolineato che, per Sony, dare più scelta possibile all’utente è fondamentale. Infatti, con la prossima generazione, sarà possibile acquistare giochi su disco, scaricarli direttamente dallo store, oppure giocarli tramite streaming. L’obbiettivo è fare in modo che “l’esperienza PlayStation” sia continua e divertente indipendentemente dal quando e dal dove.

Per quanto queste dichiarazioni siano ancora un po’ generiche, è innegabile che Sony si stia impegnando per continuare a evolvere la propria offerta. Diteci, cosa ne pensate di quanto dichiarato?

Per ora, possiamo divertirci con PlayStation 4.